La passione per la mobilità in bicicletta e per il design (che è la mia professione) ci ha portato a riconsiderare il concetto di cargo-bike e delle sue finalità.
Punto di partenza un foglio bianco e una lista di funzioni da assolvere.
  • essere utilizzabile da due utenti;
  • essere assistita;
  • avere un’ampia superficie di carico;
  • essere versatile;
  • essere affidabile e robusta;
  • essere accessoriabile;
  • avere design non convenzionale, ovvero non condizionato dalle produzioni esistenti.
Il design

Il disegno ha origine dalle funzioni senza preconcetti formali.

Federico Rossi

01

Il design

Il disegno ha origine dalle funzioni senza preconcetti formali, così nasce il robusto telaio a doppia trave in alluminio che sormonta, senza soluzione di continuità, entrambe le ruote sfruttando tutta la superficie di carico del mezzo.

02

Doppia trave

Intorno a questa doppia trave si articola tutto il nostro concetto. Ispirandoci alla nautica e in particolare alla vela, che è l’ambiente meglio ottimizzato e sfruttato nel settore della mobilità, abbiamo utilizzato un binario per ancorare tutti gli accessori esistenti e futuri al telaio. Nello spazio interno abbiamo ricavato “gavoni” in cui riporre oggetti.

03

Superfici e Onda

Questa superficie ho deciso di realizzarla in legno naturale ( natura = sostenibilità) e di movimentarla con un’onda che raccorda il manubrio. L’onda è diventata il tratto grafico distintivo evidenziato anche dal nome Ondawagon.

04

Il progetto

Crediamo che le premesse di progetto della Rossi & Bossi siano state siano state realizzate con uno stile assolutamente originale. Così è nato e si è sviluppato il sogno della Rossi & Bossi nel campo della mobilità sostenibile.

New Wave

Nella speranza di aver apportato il nostro piccolo contributo alla new wave del mondo e-bike in pieno ed entusiastico fermento.

Rossi & Bossi